Nuovo progetto: Mamma, ti presento la scuola! (Realizzato insieme alla Fondazione CARISAP)

Cosa ci proponiamo di fare

Percorsi di apprendimento interculturali aperti all’intera cittadinanza in cui saranno approfondite in senso critico questioni legate al territorio e al suo rapporto con il mondo, ma anche, e soprattutto, riflessioni storiche, geopolitiche su varie realtà  (paesi di provenienza degli immigrati a confronto, equilibri internazionali…) per trovare punti di partenza verso la consapevole analisi delle necessità sociali e culturali che riguardano il “cittadino mondiale”.
Per questo CISI si propone di organizzare frequentemente rassegne cinematografiche, letterarie e teatrali, così come laboratori di vario tipo (teatrali, di analisi cinematografica, di scrittura, di giornalismo partecipativo…) in cui saranno invitati a prendere parte tutti i residenti, che potranno anche fornire spunti attraverso le loro personali proposte.

La realizzazione del progetto CISI sarà graduale e si propone di integrare al suo interno varie figure professionali che garantiscano la completezza e la qualità dei suoi servizi.

Oltre ai corsi di italiano L2, potranno esserne attivati altri di varie lingue straniere.
Il Territorio

CISI è al servizio dei cittadini e pone al centro della propria attività le nuove esigenze sociali e culturali del territorio.

CISI va a rispondere a bisogni sempre più impellenti e massicci, che necessitano di soluzioni immediate.
CISI guarda anche a realtà che si sono sviluppate vicino ad Ascoli Piceno e che ancora faticano ad interessare la nostra provincia. Tra queste il CVM (Comunità Volontari per  il Mondo), che propone interessanti corsi di aggiornamento per insegnanti di ogni ordine e grado e promuove una didattica nuova, adatta alle nuove condizioni di vita dell’uomo attuale: “il cittadino mondiale”.
Le nostre attività
  • Corsi di italiano L2 finalizzati alla preparazione per il conseguimento di certificazioni linguistiche;
  • Convegni e WorkShop (incentrati sull”intercultura)
  • Servizi e spazi ulteriori per agevolare l’integrazione e il confronto e interculturale;